Creare un nuovo social media fail… Quello che fa un Sindaco!

Fail Ignazio Marino - La manutenzione del sito Quello che fa un Sindaco
Fail Ignazio Marino – La manutenzione del sito Quello che fa un Sindaco

Ebbene si, dopo Cynar, anche Ignazio Marino è cascato nella rete del social media fail.

Nella gallery del sito si possono creare dei banner personalizzati che hanno come finale “Quello che fa un Sindaco”.

La rete sta scoprendo questa gallery user generated content e iniziano le prese in giro sul web, ovvero le trollate.

Sembra (e dico sembra) però che in questo caso sia stato inserito un filtro sugli insulti, perchè non sono ancora comparsi, come in Cynar, ma la simpatia romana e le trollate stanno crescendo e hanno partorito frasi molto spiritose.

Da “Recluta l’Onnipotente Chuck Norris” a “V’oo Buca il Pallone”, anche qualche polemica come “Far funzionare Roma con la neve e con il sole” e qualche suggerimento ad un suo avversario sul fatto di aggiornare WordPress.

Anche in questo caso però si parla di fail, perchè gli utenti si scatenano e una mancata moderazione vi è comunque in quanto ci sono frasi fuori luogo e che non vanno a centrare l’obiettivo della campagna, cioè quello di dare consigli al candidato Sindaco su quello che la cittadinanza vorrebbe realmente per la città.

Su twitter si parla ancora poco di fail e le discussioni sono poco accese, ma vi consiglio di monitorare l’hashtag #quellochefaunsindaco nei prossimi giorni.

Per adesso la gallery è online e ad oggi (21 maggio 2013), non vi è turpiloquio (forse perchè filtrato?) e gli spunti per riflettere e farsi due risate non mancheranno.

Anche questa campagna banner “Quello che fa un Sindaco” finirà negli esempi di social media fail e un suggerimento che possiamo dare è “Controllare la gallery sul proprio sito web ufficiale è quello che dovrebbe fare un Sindaco o almeno il suo staff”, dato che il banner nella pagina dedicata alla generazione di un proprio banner, vero o fail che sia, recita “La manutenzione del sito – Quello che fa un Sindaco”.

Ed ora alcune immagine della gallery “Quello che fa un Sindaco”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

8 thoughts on “Creare un nuovo social media fail… Quello che fa un Sindaco!

    1. Ciao Flaminia,
      il fail è nell’assenza di moderazione sul generatore di banner presente nel sito del candidato. Se rileggi l’articolo, troverai appunto l’affermazione sul dubbio che la campagna fosse moderata, in quanto sono comparse frasi ironiche che con la missione politica di Marino non hanno a che fare, come ad esempio:

      Recluta l’Onnipotente Chuck Norris
      V’oo Buca il Pallone
      Come se fosse antani. Lo scappellamento a destra
      Fa passare 5min di relax ai troll del web
      Aumenta il tasso di Pilu Pi Tutti

      E molti altri ancora che ho inserito nella gallery e che sono presenti sul sito.
      Quando accadono queste cose si parla di fail e, come ho detto nell’articolo, gli utenti si scatenano facendo perdere il significato reale della campagna banner, ovvero (quello che ho interpretato io) quello di dare consigli al candidato Sindaco su quello che la cittadinanza vorrebbe realmente per la città.

      Per documentarti ulteriormente ti consiglio una fonte più autorevole che tratta anche il caso di Marino e che è Web In Fermento e l’articolo sul perchè molte campagne di grandi brand falliscono.

      Altre fonti su questa campagna fail sono su:
      Marketing Caffè
      LaSua.Com
      Giornalettismo

      1. Ciao Flaminia,
        ho guardato il profilo dal quale fai il login e ho capito che hai a che fare con l’entourage di Ignazio Marino, in quanto anche alcuni articoli ti citano come sua consulente politica.
        Devi dirmi tu, in quanto sua consulente, quale sia l’obiettivo finale della campagna banner. E sarei ben felice di ospitare il tuo commento o se vuoi un eventuale articolo a riguardo, per poter chiarire.
        Quello che ho dedotto personalmente da questa campagna “Quello che fa un Sindaco” è la possibilità di scrivere un messaggio al futuro candidato Sindaco di Roma, su cosa deve fare e come agire politicamente.
        Se dal web vengono fuori frasi come quelle sopra citate(vedi Chuck Norris e la citazione di Amici miei), credo che sia normale pensare che non siano inerenti alla campagna elettorale e che quindi abbiano fallito l’obiettivo.
        Se poi l’obiettivo è anche quello di ottenere qualcosa di spiritoso e di giocare con il web, potreste specificarlo e non vedo perchè chiudere la possibilità di creare ulteriori banner.
        Attualmente non si può più creare il banner personalizzato, almeno per quello che vedo ad oggi 30 maggio ore 16 e da come dice lo stesso Marketing Caffè nel suo articolo precedentemente citato.
        Ti rinnovo l’invito a dare una spiegazione dell’obiettivo finale della campagna nella forma che preferisci, un commento o un articolo sul mio blog.
        I miei contatti sono presenti sul sito per qualsiasi informazione.
        Silvia

      2. Grazie Flaminia per l’interessamento e resto a vostra disposizione per un’eventuale spiegazione del vero obiettivo della campagna banner “Quello che fa un Sindaco”.
        Buona giornata

  1. Gentile Flaminia,
    scrivere “siete sicuri che l’obiettivo finale della campagna fosse raccogliere proposte per Roma?” e subito dopo, in seguito all’invito a spiegare la vostra campagna banner, rispondere “…se hanno voglia di intervenire” non è esattamente carino per chi legge.
    Dal momento che il vostro caso ha suscitato molto interesse nel web sarebbe buona norma cogliere l’opportunità per spiegare al pubblico le caratteristiche della vostra campagna. Attendiamo impazienti,
    grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...