11 thoughts on “Il tuo brand? E’ come un negozio di Cupcake!

  1. “Lo so che esistono molti servizi fai da te o che tuo cugino è bravo a smanettare col pc, ma spesso serve quel tocco in più.”

    Mah… Capisco che tu voglia vendere la tua professionalità – e fai bene! 🙂 – però trovo questo post intellettualmente poco onesto.

    Se il famoso cugino è davvero bravo a smanettare,
    dove sta scritto che non può farlo lui il sito dello zio?

    I famosi professionisti si fanno pagare davvero tanto e le PMI italiane spesso non se li possono proprio permettere.

    Anche perché, diciamolo una volta per tutte, molte web agency che si millantano “superleader nel settore”, fanno siti orribili a prezzi spropositati “ché tanto il cliente non capisce niente del web e si beve tutte le nostre proposte”.

    Capisco che voi professionisti spaliate cacca contro i cugini: vi rubano il lavoro 🙂

    Ma se mio cugino mi chiede 400 euro per un sito in WordPress carino e usabile,
    e un professionista me ne chiede 1000 sempre per un sito WordPress (certo, magari più figo),
    io PMI in piena crisi, chi scelgo?

    Scelgo mio cugino 🙂

    Per concludere: non è questione di cugini e non cugini,
    ma di lavori fatti bene e del giusto e onesto rapporto tra qualità/prezzo.

    1. Marco condivido il pensiero che in tempo di crisi ognuno faccia i suoi dovuti conti e anche io sono a mia volta cugina dei miei cugini, che potrebbero aver bisogno di un mio servizio, quindi capisco entrambe le parti 😉 ma…
      Non è detto che un professionista richieda cifre alte per un sito in WordPress, in fin dei conti è proprio per questo che utilizzo i CMS per le mie creazioni, perchè mi consentono di “sbattermi il giusto” e richiedere un giusto compenso, affrontabile in momenti di crisi e a livello del cugino, ma con le competenze di una persona che “sa quello che fa e sa dove mettere le mani e che non ti abbandona” una volta finito il sito.
      Il senso del post è anche questo.
      Un professionista onesto non si approfitta del cliente, anche perchè se il cliente sarà insoddisfatto “si rivolgerà alla concorrenza” e parlerà male di te, quindi perderesti ulteriori potenziali clienti.
      Prova a chiedermi un preventivo, resterai sorpreso 😉 e prova a chiedere ai miei clienti se sono soddisfatti oppure no. Non è presunzione, ma parlo con sicurezza e con l’onesta di una web developer che sa quello che fa. 🙂

      1. Cugini, nonni 2.0, fratelli del migliore amico della fidanzata 🙂 se sono professionisti e sono persone competenti sono i benvenuti.
        Non attacco nessuno, voglio solo far comprendere che spesso se vuoi un prodotto funzionale e adatto alle tue esigenze hai bisogno del consiglio onesto di qualcuno che tutti i giorni mastica queste cose.
        Se vuoi in privato posso segnalarti esempi di persone che si sono affidate al “cugino” o al “padre dell’amico” e si sono ritrovati senza sito da un giorno all’altro o con un prodotto non aggiornabile e/o da buttare.
        Ti ripeto, chiedi ai miei clienti i miei prezzi e il mio comportamento nei loro confronti, trovi alcuni di loro nella sezione “I miei lavori”.
        Per il resto…
        “Nessun cugino, nonno 2.0, parente, amico e conoscente è stato sfruttato e accusato durante la stesura di questo post.” 😉

    2. Va bene la crisi. Va bene risparmiare. Ma… un sito non deve solo essere carino e usabile. Deve essere efficace e per esserlo, ci vuole molto di più della semplice piacevolezza grafica e facilità d’uso. Per fare un sito efficace ci vuole un professionista (o più professionisti) che lo riesca a vedere e progettare a 360°. Se non hai un sito efficace, hai buttato via 400 euro, non ne hai risparmiato 600 🙂
      E poi, scusami, 400 euro… con fattura? Se così è, deve proprio volerti bene, sto cugino 🙂

      1. 400 euro senza fattura. In nero.
        Il cugino non lavora nell’internet.
        I 400 euri sono “una mancia” 🙂

        E poi. cos’è un professionista?
        Chi lo decide?
        Tu? Voi? Io?

        Se uno dice di essere un professionista,
        allora è un professionista?

        Ti invio a guardare questa mia raccolta di siti brutti https://delicious.com/marcostizioli/siti%20brutti.

        Sono stati tutti realizzati da web agency che si dicono “professioniste”.
        Non voglio parlare male delle agenzie.
        Voglio solo dire che – mi ripeto – “non è questione di cugini e non cugini,
        ma di lavori fatti bene e del giusto e onesto rapporto tra qualità/prezzo”.

      2. Secondo me stiamo tutti dicendo la stessa cosa con parole diverse.
        Professionista e professionalità si denotano nella cura del cliente e dei lavori, nell’impegno, nel risultato ottenuto, nell’onesta e nella soddisfazione del cliente.
        Un professionista non lascia insoddisfatto un cliente e quindi non fa spendere soldi inutilmente, lasciando dei lavori da rifare perchè inguardabili o inutilizzabili.
        Il rapporto qualità prezzo ci deve sempre essere, freelance o web agency.
        Chi rispetta il cliente e fa il lavoro con onestà non prende in giro nessuno e non se ne approfitta.
        Chi non fa queste cose non è un professionista.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...