Pillolario, SEO

#Pillolario: che cos’è la SEO?

La parola SEO in realtà è un acronimo che sta per Search Engine Optimization, ovvero ottimizzazione per i motori di ricerca. La SEO è un’attività che viene svolta su internet al fine di ottenere un buon posizionamento nella pagina dei risultati sul motore di ricerca (Google, Yahoo, Bing ecc..).

Ma attenzione, SEO non vuol dire primi su Google indistintamente, ma essere ben posizionati nella “classifica” della pagina dei risultati all’interno del motore di ricerca per una determinata keyword (parola chiave) o query (richiesta).

Mr Webpills e il Pillolario SEO
Mr Webpills e il #Pillolario: SEO

Mettiamo caso che Mr. Webpills abbia una ditta di fabbricazioni idrauliche nel Lazio e si rivolga a uno specialista SEO per “essere nelle prime posizioni di Google”. Lo specialista SEO dovrà fare in modo che la ditta del Signor Webpills compaia nei primi risultati per parole chiave come “fabbricazioni idrauliche Lazio” o “accessori idraulica Lazio” o per query come “dove trovare accessori per l’idraulica nel Lazio”.

SEO però non significa solo inserire le parole chiave, ma anche adottare una serie di comportamenti e attività che portino il sito web a salire nella “classifica”.

Normalmente si seguono le linee guida di Google, perchè per statistica è il motore di ricerca più utilizzato con quasi il 90% di utenti, e che sono riassunte in questa pagina di supporto, che elenco qui sotto:

  • Progetta un sito con gerarchia e link testuali comprensibili. Ogni pagina dovrà essere raggiungibile da almeno un link testuale statico.
  • Offri agli utenti una mappa del sito con link che rimandano alle sezioni più importanti. Se la mappa del sito contiene moltissimi link, suddividila in più pagine.
  • Limita a un numero ragionevole i link in una determinata pagina.
  • Crea un sito utile e ricco di informazioni, con pagine che descrivano in modo chiaro e accurato i contenuti del sito.
  • Pensa alle parole che gli utenti potrebbero digitare per trovare le tue pagine e assicurati che siano incluse nel tuo sito.
  • Prova a utilizzare del testo anziché immagini per visualizzare nomi, contenuti o link importanti. Il crawler di Google non riconosce il testo contenuto nelle immagini. Se devi utilizzare delle immagini per i contenuti testuali, considera l’utilizzo dell’attributo “ALT” per includere qualche parola di testo descrittivo.
  • Assicurati che i tag <title> e gli attributi ALT siano descrittivi e precisi.
  • Verifica l’eventuale presenza di link non funzionanti e correggi il codice HTML.
  • Se decidi di utilizzare pagine dinamiche (ad esempio, se l’URL contiene un carattere “?”), tieni presente che non tutti gli spider dei motori di ricerca eseguono la scansione sia delle pagine dinamiche che di quelle statiche. È utile mantenere un numero esiguo di parametri brevi.
Annunci

3 thoughts on “#Pillolario: che cos’è la SEO?”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...