Dove c’è Barilla c’è… un Social Media Fail!

Nel mondo dei Social Network non passa un secondo che non si gridi al Social Media Fail ed oggi è toccato all’azienda della famiglia Barilla, nata nel 1877, rappresenta oggi la pasta numero uno in Italia e nel mondo (Bio Twitter @Barilla).

Le dichiarazioni di Guido Barilla al programma La Zanzara di Radio 24 sono state forti. Alla domanda dei conduttori “Perchè non fare uno spot con una famiglia gay?” il Signor Barilla risponde che non farebbe mai uno spot con una famiglia gay, perchè nella sua azienda il concetto di famiglia è quello di sacrale e tradizionale e, mentre il conduttore afferma che anche gli omosessuali mangiano la pasta, Barilla risponde che se a loro piace il loro prodotto e la comunicazione che la mangino, altrimenti ne compreranno un’altra. Continua a leggere

Facebook lancia gli #hashtag

facebook hashtag
facebook hashtag

La novità del giorno? Facebook lancia gli #hashtag proprio come Twitter.

Così il web si scatena sulle ipotesi del perchè di questa scelta, chi si chiede a cosa servano a Facebook e c’è chi dice che era proprio quello che mancava.

L’ipotesi più accreditata e confermata dal Newsroom di Facebook è quella di rendere interattivi i link agli altri social provvisti di hashtag come Twitter, Instagram, Pinterest, Google+ e Tumblr. Continua a leggere

Cynar e il fail della campagna contro i finali pesanti

fail cynar - so che state cacciando via il social media manager, posso inviare il CV?
fail cynar – so che state cacciando via il social media manager, posso inviare il CV?

Brutta avventura per la Cynar che si è vista ritorcersi contro il contest per la campagna pubblicitaria “Contro i finali pesanti”.

Un contest di questo tipo con contenuti generati dagli utenti (user generated content) ha bisogno di un filtro black list, cioè che vada ad analizzare e verificare le parole inserite nel contenuto testuale che viene inviato.

Avrebbero potuto inserire un controllo su parolacce e insulti, cosa che non è stata fatta e questo ha generato un tam tam sui social network che hanno inneggiato al social media fail. Continua a leggere